Iglesias. La Pantalithos sbarca in Sardegna e avvicina le due Isole maggiori

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Iglesias. “Quelli della Panthalithos” ricambiano la visita dei cugini sardi e rilanciano la questione sociale del collegamento fra le due isole, penalizzate dal disinteresse istituzionale. Ci vogliono 24 ore per incontrarsi e questo non è accettabile, secondo quanto ci racconta Michele Adorno. Ulteriori manifestazioni con scambi sportivi e culturali sono mirate anche al potenziamento dei collegamenti.

“Stiamo partecipando al “Giro delle Miniere”, a Iglesias – racconta Adorno - . Il giro è arrivato alla diciassettesima edizione, è una gara a tappe del Sulcis Iglesiente, una manifestazione organizzata in maniera impeccabile”. Il team è entusiasta: le bici nostrane sull’asfalto dell’Isola suscitano interesse e sono veicolo di condivisione. “E’ una terra fantastica, ricca di colori e suggestioni – dice Michele Adorno - . Oltre alle miniere, la natura è spettacolare sotto ogni profilo. I luoghi hanno dell’incredibile: dal mare alle montagne, gli scenari sono mozzafiato. Il Giro è organizzato dalla SC Monteponi di Luigi Mascia. Siamo suoi ospiti e loro sono venuti al “Pantalica” dello scorso anno: è nato naturalmente un gemellaggio, tant’è che il nostro logo è citato nella locandina del Giro delle Miniere”.  Certo, è più difficile arrivare in Sardegna, che pedalare lungo i suoi affascinanti sentieri. “Per arrivar qui – sottolinea – abbiamo dovuto compiere un tragitto tortuoso, passando da Napoli. E loro, per venire in Sicilia, devono passare da Roma. Incomprensibile. Il ciclismo, invece, unisce: le due Isole organizzeranno delle manifestazioni di durata che tenderanno proprio a sensibilizzare chi di dovere per la promozione dei rispettivi territori. La Sardegna ha una forte vocazione cicloturistica, ma le nostre realtà devono essere meglio servite sotto il profilo dei collegamenti. Lo sport farà da ambasciatore per migliorare questa realtà in cui le istituzioni sembrano un po’ distanti. Basterebbero delle rotte marine da Trapani o Palermo, e i tempi per incontrarsi sarebbero nettamente inferiori”.

Roberto Rubino

© 2016 - Tutti i diritti riservati -- Template Helix 3 Framework - Adattamento e Ottimizzazione Giuseppe Mazzarella

Please publish modules in offcanvas position.